Il funerale di Andrea Morgagni, 4 settembre 1928

La serie di nove fotografie[1] conservate presso la Biblioteca comunale “Aurelio Saffi” di Forlì, nel fondo Morgagni Pozzoli, ai numeri B 10/75 sino B 10/83, dovrebbe rappresentare i funerali di Tullo, talvolta chiamato Tullio, Morgagni, avvenuti a Milano il 5 agosto 1919; il condizionale tuttavia è necessario, poiché l’esame degli scatti, che mostrano il corteo funebre lungo alcune strade milanesi, non pare confermare tale identificazione. I solenni funerali del giornalista forlivese infatti seguirono un itinerario completamente diverso dalle vie ritratte nella serie fotografica, come si evince dalle cronache precise del tempo, senza considerare tra l’altro che i carri funebri utilizzati furono in totale quattordici[2]. L’impressione immediata è pertanto di trovarsi di fronte ad un altro corteo funebre; ma quale esattamente?

Esaminiamo pertanto la serie secondo l’ordine dell’archivio per rispondere a questa domanda.

La prima[3] e la terza[4] fotografia della serie sono state scattate in via Mauro Macchi, in corrispondenza di quello che era il civico 34, a quel tempo occupato da un edificio ad un piano[5]; la foto seguente[6] allarga il campo dalla parte opposta della strada e mostra un corteo di una certa importanza, con decine e decine di persone: il civico 35 non era ancora stato realizzato, lo steccato nasconde in parte quello che era il cantiere per la costruzione della nuova Stazione Centrale ad uno stadio relativamente avanzato.

La quarta fotografia[7] è stata invece stata scattata più avanti, in piazzale Fiume verso viale Vittorio Veneto e non è cronologicamente coerente con le precedenti, pertanto è da collocare più avanti. La quinta foto[8] risulta infatti la prima della serie ad essere stata scattata, giacché mostra l’incrocio tra via Domenico Scarlatti, di cui si riconosce il civico 27, e via Mauro Macchi, con la partenza del carro funebre[9]. La sesta foto[10] mostra invece nuovamente piazza Fiume, mentre la settima[11] torna ancora in via Macchi, con una bella visione del fianco della Stazione Centrale. Le ultime due infine mostrano piazza Fiume, sempre dalla stessa posizione[12].

L’ordine cronologicamente corretto degli scatti è pertanto il seguente: B 10/79 – B 10/75 – B 10/77 –B 10/76 – B 10/80 – B 10/78 – B 10/81 – B 10/83 – B 10/82. L’insieme è molto interessante, poiché mostra porzioni di città che oggi sono state modificate o che non esistono più; il corteo funebre doveva effettivamente essere di qualche persona importante, anche se ormai abbiamo capito che non siamo nel 1919: la presenza di molte persone, soprattutto civili ma anche una banda musicale, vigili a cavallo, paramilitari con stendardi e bandiere, indica in ogni caso una personalità di rilievo. Ma procediamo con ordine.

La prima fotografia, che abbiamo visto essere quindi la B 10/79, ritrae via Domenico Scarlatti 27: una grande folla assiste alla partenza del carro funebre – qualcuno lo saluta “romanamente”; si noti che il carro funebre è motorizzato, senza i tradizionali cavalli: il 1°aprile 1928 il carro funebre motorizzato mise infatti definitivamente in pensione quello a cavalli[13]. Questi due elementi, da soli, suggeriscono già una ipotesi alternativa: il funerale può essere quello di Andrea Morgagni, padre di Manlio Morgagni, vice-podestà di Milano, celebrato il 4 settembre 1928:

“Si sono svolti nel pomeriggio di ieri i funerali di Andrea Morgagni, padre del vice-podestà, gr. uff. Manlio, e sono riusciti una solenne dimostrazione di affetto e di stima per il compianto estinto. Il lungo corteo funebre mosse dalla casa di via Scarlatti, raggiungendo lentamente il Cimitero Monumentale. Procedevano il carro numerose rappresentanze con bandiera: dei veterani d Turate, dei gruppi rionali fascisti, dei Sindacati, dei Gruppi aziendali, delle scuole, di Enti benefici, dei Corpi armati del Comune, dell’Associazione dipendenti Enti locali, della Famiglia Romagnola, la banda dei dazieri, gli allievi della Scuola giardinieri, ecc. Tra le notabilità che seguivano il feretro, unitamente ai familiari, si notavano: il Podestà on. Belloni venuto appositamente da Ginevra, il gr. uff. Arnaldo Mussolini, il vice-podestà on. Torrusio col segretario generale avv. Pizzagalli, il sen. Baldo Rossi, gli on. De Capitani, Gorini e Negrini, il gr. uff. Buzzi per la provincia, il comm. Rognoni per Mario Giampaoli, il cav. Mariani e il dott. Rusconi per il Fascio, il comm. Cappelletti direttore generale della “Stefani”, numerosi giornalisti, ecc.”[14].

Il percorso del corteo funebre nella CTC del 1930.

I funerali ebbero luogo alle ore 17 proprio dalla sua abitazione di via Scarlatti 27 a Milano e vi parteciparono effettivamente migliaia di persone, anche se certamente meno rispetto alla grande folla relativa al corteo del 1919: le fotografie disponibili del funerale di Tullo mostrano un corteo immenso, giacché l’incidente coinvolse altre persone e colpì l’immaginazione popolare, mentre qui siamo di fronte ad un solenne corteo ma di una portata limitata appunto ad una sola salma. Si riconosce nella B 10/75 ed in altre Manlio Morgagni, figlio di Andrea e fratello di Tullo, insieme certamente ad altri familiari. Sono molti gli elementi che contribuiscono ad identificare questo corteo con quello di Andrea piuttosto che a Tullo : (1) la diversa imponenza del corteo; (2) il diverso percorso ed (3) il singolo carro funebre a motore invece che a cavalli; (4) l’abbigliamento sarebbe stato più vicino agli standard del 1920 che a quelli del 1930; (5) infine lo stato dei lavori della Stazione Centrale sarebbe stato molto più indietro nel 1919 rispetto al 1928.

Una piccola cronaca milanese è pertanto chiarita: la bella ed interessante sere fotografica rappresenta il corteo funebre di Andrea Morgagni, padre di Tullo e Manlio, celebrato il 4 settembre 1928.



[1] Probabilmente la collezione è incompleta, poiché mancano gli scatti, a mio parere certamente eseguiti, presso il Cimitero Monumentale.

[2] Il 2 agosto 1919 un incidente aviatori presso Verona causò la sua morte insieme a quella di altre quindici persone. Le salme furono poi trasportate a Milano e quivi si tennero solenni funerali il giorno 5 agosto, secondo il seguente tragitto: Stazione Centrale (al tempo in piazza Fiume, oggi Repubblica), via Principe Umberto fino al monumento di Agostino Bertani (oggi Largo Stati Uniti d’America), via Moscova, bastioni di Porta Volta, via Ceresio e quindi Cimitero Monumentale. Cronaca ed immagini del funerale sono reperibili nel numero 32 de “L’Illustrazione Italiana” del 10 agosto 1919.

[3] B 10 /75.

[4] B 10/77.

[5],Noleggi e rifornimenti per le automobili, di proprietà di Giuseppe Calcaterra ma gestito probabilmente sempre dal Garage Bellati con accesso da via Domenico Scarlatti 25: “Bellati Garage Milano via Scarlatti 25 Sede legale Milano Telef 24 279 Data fondaz 1922 Ditta in nome proprio Proprietario Luigi Mario Bellati Riparazioni di autoveicoli in genere stazione servizio posteggi” : questa la sintetica descrizione dell’attività ne “Annuario delle banche e banchieri d’Italia”, Roma, 1939. L’attività pertanto è successiva ai fatti del 1919.

[6] B 10/76.

[7] B 10/78.

[8] B 10/79.

[9] Si noti la presenza a sinistra del Garage Bellati, di Mario Bellati, nel fabbricato di proprietà sempre di Giuseppe Calcaterra.

[10] B 10/80.

[11] B 10/81.

[12] B 10/82 e B 10/83.

[13] “I funerali in automobile. Il nuovo servizio iniziato ieri” nel “Corriere della Sera” del 2 aprile 1928.

[14] “I funerali di Andrea Morgagni” nel Corriere della Sera del 5 settembre 1928. Andrea Morgagni, nato a Forlì il 6 gennaio 1852, morì a Stresa nelle prime ore del 3 settembre 1928. La presenza di vigili urbani a piedi ed a cavallo è confermata anche dal “Popolo d’Italia”, ne “I solenni funerali di Andrea Morgagni” del 5 settembre 1928.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...